TRENITALIA - Sciopero del personale mobile di Puglia e Basilicata 29/11/19

Bari -

Sciopero del personale mobile di Puglia e Basilicata
Dalle 00.00 alle 17.59 di di venerdì 29 novembre 2019 USB della Puglia ha indetto uno sciopero di tutto il personale mobile di Trenitalia appartenente all’Ex Compartimento di Bari (Puglia e Basilicata).
Lo sciopero è indetto all'interno dello Sciopero Generale Nazionale per tutte le categorie del lavoro, che si attuerà, contemporaneamente, dalle 00.00 alle 21.00 di venerdì 29.11.2019.
Ancora una volta, specie in Puglia e Basilicata, noi ferrovieri siamo costretti a difendere i nostri diritti riprendendo il cammino degli scioperi.
Scioperiamo CONTRO:
 La mancata firma del CCNL.
 La surrettizia reintroduzione del “VACMA” su locomotive, elettrotreni e mezzi leggeri.
 La gravosità dei carichi di lavoro nei nuovi turni del personale mobile dell’EX Compartimento di Bari (Puglia e Basilicata).
 L’aggravio di stress e responsabilità del personale mobile dovuto alla desertificazione degli impianti e alla conseguente pressione psicologica sugli equipaggi che si trovano a dover sopperire alle carenze strutturali generati da questa desertificazione.
 L’inadeguatezza dei tempi accessori previsti nei nastri lavorativi di condotta e scorta.
 L’inesistenza di tempi utili per mantenere in efficienza gli ICT e recepire le variazioni emanate a ripetizione tramite COCS, DEIF, PEIF, e prescrizioni varie, che fa da contraltare ai continui richiami a mantenersi aggiornati e mantenere aggiornati ed efficienti gli ICT in dotazione.
 Lo stress generato verso i nuovi assunti, sotto ricatto per la conferma della stabilità.
Scioperiamo PER:
 Un piano di assunzioni che copra le reali reali esigenze dei turni del personale.
 Riportare il trasporto ferroviario sotto il diretto controllo dello Stato. Unica garanzia di sicurezza per ferrovieri e viaggiatori di tutto il paese (altro che Autonomia Differenziata!)
 Garantire il diritto al soccorso al PdA e PdC che viaggiano sempre più "isolati" sui treni della rete ferroviaria dell’Ex Compartimento di Bari.
 Dotare il personale mobile di strumenti di protezione da eventuali infortuni nei luoghi isolati.
 Garantire l'incolumità del PdA a bordo del treno.
 Evitare le modifiche unilaterali dei turni di scorta e condotta attraverso le VCO.
 Cancellare dai turni di condotta i servizi di traghettamento posti al termine od inizio dei turni. Semmai prevedere turni dedicati, e remunerati, come traghettamento.
 Inserire le "riserve ai treni" in tutti i depositi di Puglia e Basilicata. Unica soluzione alle soppressioni dovute per qualsivoglia causa di disservizio in cui il PDA/PDC può incorrere durante i turni di lasvoro.
 Inserire tempi adeguati e norme certe in tema di apertura/chiusura porte dei rotabili.
 Mettere a norma gli spogliatoi di tutti i depositi.
 Dotare gli impianti interessati ai cambi volante di sale di sosta al "piano del ferro".
 Rendere efficienti le cabine di guida ed i veicoli, specie in tema di pulizia e comfort.
 Adeguare gli attuali turni di condotta e scorta con tempi di refezione che, in vigore dal secolo scorso (anni 70), furono istituiti quando, negli impianti ferroviari, erano presenti "mense" e "refettori".
SCIOPERIAMO COMPATTI
" ..chi lotta può perdere, chi non lotta ha già perso!"

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni