exLSU: proroga & licenziamenti!!!

exLSU-ATA...

le “chiacchiere” sono tante i “fatti”…

sono sempre gli stessi:

a godere sono i soliti noti

a pagare i Lavoratori!!!



Sarà che siamo sempre abituati a ragionare e discutere con i "documenti alla mano" più o meno ufficiali. In questi anni abbiamo visto e sentito tutto ed il contrario di tutto. Assistito a "comunicati" scritti in sindacalese con soluzioni solo di facciata, giochi di consorzi e amici sempre sulle pelle dei lavoratori...

Ma a quello che sta succedendo in questi giorni rappresenta l’ennesima beffa ai danni dei Lavoratori. TUTTI!!!

I soliti “pompieri” (Cgil-Cisl-Uil e Consorzi) hanno spacciato come una grande vittoria le quattro (4 proprio di numero) righe del Ministro delle Istruzione che si “impegna” a trovare soluzioni!!!

Resta l'amarezza dei tanti che in buona fede (molti altri in cattiva) hanno creduto alla bufala dell’anno accontentandosi della “proroga” fino al 28 febbraio 2013.

I Consorzi, così facendo vivacchiano, e chi ci rimette sono lo Stato (che impegna altri 46 milioni fino a Febbraio 2014) e i lavoratori (che passano alla Gara Consip con una minima proroghetta).

Solo lunedì 16 con lo SCIOPERO dell’USB, quando i Lavoratori hanno portato la loro rabbia a Palazzo Chigi nonostante il divieto della polizia che ha tentato di fermarli senza riuscirci, abbiamo avuto contezza della proposta del Governo.

Dobbiamo dire subito che nonostante le “chiacchiere” gli unici a dimostrare in concreto la disponibilità a sostenere la “lotta” verso le internalizzazioni sono i Deputati e Senatori dei “MoVimento 5 Stelle” da cui abbiamo ricevuto il “testo” dell’emendamento e chiarito a cosa porta:

La proroga per le regioni aggiudicate, come la Puglia, prevede il proseguo con le ditte vincitrici (aggiudicatarie) della Consip.

 

Quindi proroga, seppur a 35 ore settimanali, con l’acquisto da parte delle Scuole di servizi “ulteriori”, “servizi ausiliari”

e “straordinari” con la Dussmann!!!

 

Nel frattempo i Consorzi comunque non indietreggiano sulle procedure di licenziamento

 

Per evitare, in questa fase confusa, ricadute sui Lavoratori

ed in attesa dell’approvazione della Legge di Stabilità

invitiamo tutti i Lavoratori che hanno ricevuto

la lettera di licenziamento a inviarcele

(fax 0805424993 o mail puglia@usb.it)

 

stiamo verificando con i nostri uffici legali la possibilità di impugnarli.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni