VIGILANZA PRIVATA FOGGIA : UN SUICIDIO ANNUNCIATO

Foggia -

UN SUICIDIO ANNUNCIATO

Il Sindacato USB si sta battendo da anni, insieme ai Lavoratori, contro la grave situazione economica-lavorativa del settore della Vigilanza Privata.

Un settore in crisi dove esiste la più completa deregolamentazione lavorativa.

Nella Provincia di Foggia sono numerose le “aziende” che agiscono nel settore con una classe dirigente incompetente e che pensa solo al profitto individuale con una forte tendenza ad “eliminare” la concorrenza tra loro.

Per accaparrarsi le commesse, arrivano a proporre dei prezzi che vanno quasi al di sotto dei minimi tabellari del Contratto Nazionale di Lavoro, facendone pagare il costo ai Lavoratori:diminuendone il numero, aumentandone i carichi di lavoro, non pagandogli correttamente lo stipendio e ricattandoli con sanzioni disciplinari e licenziamenti. La vertenzialità sindacale altissima è dovuta, soprattutto, a stipendi non pagati, alla carenza di sicurezza sul lavoro e ai pochi controlli da parte degli Enti preposti.

Da anni stiamo chiedendo alla Prefettura di Foggia un tavolo permanente per monitorare le aziende presenti nel Territorio, per condividere delle regole precise (soprattutto il regolare pagamento degli stipendi) a cui tutti devono adeguarsi e penalizzazioni certe per chi non rispetta i diritti dei Lavoratori.

Nelle nostre denuncie, mandate sempre al Prefetto ed al Questore in quanto maggiori Istituzioni preposte al settore, avvisavamo del pericolo che potesse derivare dall'esasperazione di Lavoratori che per lavoro gestiscono un'arma.

Lunedì 27 settembre 2017 un Lavoratore di Foggia, G. D., che ha lavorato come Guardia Giurata in aziende del settore (dall'ultima si era licenziato per le difficili condizioni lavorative), a causa dei problemi economici che l'hanno portato alla separazione dalla moglie e in un momento di sconforto, in quella giornata ha deciso di

suicidarsi con l'arma in dotazione.

L'USB ha sempre denunciato, e continua a farlo, il forte contenzioso che c'è nelle aziende della Capitanata e continua a chiedere alle Istituzioni preposte di intervenire per risolverlo, con la speranza che l'appello non resti inascoltato.

L'USB nell'esprimere le sue sentite condoglianze alla Famiglia D., chiede alle Istituzioni di intervenire con decisione nel settore della Vigilanza Privata per scongiurare il pericolo che altri Lavoratori possano rimanere vittime della disperazione derivante dalle difficili condizioni di lavoro.

Federazione Territoriale USB Foggia

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni