USB Difesa incontra il Sottosegretario Pinotti

RIUNIONE CON IL SOTTOSEGRETARIO PINOTTI

TABELLE DI EQUIPARAZIONE TRA PERSONALE MILITARE E CIVILE

 

Si è svolto il 12 novembre scorso l’attesissimo incontro con il Sottosegretario alla Difesa, Sen. Roberta Pinotti, sull’annoso problema dell’equiparazione tra gli inquadramenti del personale militare e quelli del personale civile, già oggetto di contestazione da parte dell’USB nell’incontro tenutosi il 17 aprile scorso, per l’evidente pericolo di determinare difformità di trattamento economico e giuridico a parità di requisiti in occasione di eventuali transiti di personale militare nei ruoli civili.

 

Il Sottosegretario, in apertura di riunione, rimarcando la posizione espressa dal Cocer, ovviamente in netto contrasto con quella delle OO.SS. del personale civile  rispetto alle tabelle di equiparazione, ha informato i presenti della decisione del Ministro Mauro di non esprimersi in merito, considerata la volontà di investire necessariamente della problematica il Dipartimento della Funzione Pubblica, che gestirà il transito degli ex militari nelle amministrazioni pubbliche.

 

Acclarata pertanto la necessità di un’armonizzazione tra le varie amministrazioni, la Sen. Pinotti si è fatta promotrice della proposta di far partecipare le organizzazioni sindacali della Difesa ai lavori dei prossimi tavoli tecnico-politici che saranno convocati presso la Funzione Pubblica. Pertanto la tabella di equiparazione (in allegato al presente comunicato) sarà espunta delle note contenute nella stessa e richiamate dagli asterischi.

 

Accogliendo favorevolmente tale iniziativa e tenendo conto della volontà espressa dal Ministro e dal Sottosegretario nei precedenti incontri riguardo al riconoscimento del ruolo e dei compiti del personale civile, USB Difesa nel proprio intervento ha espresso la necessità di rivedere il sistema di classificazione vigente per arrivare alla sostanziale soppressione della 1° Area, promuovendo il passaggio tra le aree con i criteri stabiliti dal contratto collettivo nazionale di lavoro (per esempio per il passaggio alla 3° Area diploma + anzianità professionale) e non con le regole stabilite dalla Riforma Brunetta, nella quale si prevede che l’accesso alla 3° Area avvenga solo con il possesso della laurea. Favorire il transito dalla 2° alla 3° Area, attualmente con organico carente, permetterebbe di aprire gli spazi per il passaggio dalla 1° alla 2° Area.

 

Per tali motivi risulta di grande importanza il confronto che si terrà con il Dipartimento della Funzione Pubblica e che vedrà appunto la partecipazione delle OO.SS. Nazionali della Difesa.

 

La USB, da sempre contraria al d.lgs. 150/2009, conosciuto come Riforma Brunetta, auspica che in tale contesto si possa porre l’accento per una rivisitazione delle norme che attualmente limitano gli accessi tra le aree e si avvii un percorso per la rivisitazione del sistema di classificazione del Personale Civile, per riconoscere la professionalità acquisita e dimostrata in questi anni, anche con riferimento agli ulteriori compiti che deriveranno dalle nuove norme, come la Revisione dello Strumento Militare e la Spending Review, che avranno per esempio un impatto sui carichi collettivi e individuali di lavoro.

 

Il prossimo incontro verterà sulla mobilità del Personale ed è previsto in calendario per i primi di dicembre.

 

USB Pubblico Impiego Difesa 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni