Taranto: LETTERA APERTA al Presidente della Regione, agli Assessori, ai Consiglieri Regionali

Taranto -

LETTERA APERTA

al Presidente della Giunta Regionale della Puglia - Dott. Michele EMILIANO

p.c. agli Assessori regionali - ai Consiglieri regionali X Legislatura

 

 

Gentile Presidente, gentili Assessori, gentili Consiglieri,

 

la scrivente O.S. Unione Sindacale di Base - USB rappresenta all’interno dello Stabilimento ILVA di Taranto una realtà forte e consolidata, con diverse centinaia di Lavoratori iscritti e 11 Delegati componenti RSU eletti, con oltre 1800 voti che rappresentano il 20% del totale dei lavoratori, di fatto il secondo sindacato tra gli operai. Oggi nel territorio jonico abbiamo una presenza che va oltre i confini dell’Ilva (da Teleperformace, alle numerose aziende del Commercio, al Pubblico Impiego, ai lavoratori dei Servizi, etc.).

La scrivente è fermamente convinta che nessuno, Istituzioni comprese, possa effettuare scelte senza coinvolgere tutte le reali rappresentanze dei Lavoratori e dei Cittadini tarantini.

L’USB, in piena solitudine, è da sempre convinta che l’unica soluzione per l’Ilva e per Taranto sia una “vera” nazionalizzazione della fabbrica, manifestando tale idea in tutte le occasioni possibili, da ormai anni ed anni. Una nazionalizzazione che preveda la reale messa in sicurezza della fabbrica e dei cittadini jonici. Insomma una gestione pubblica che non travalichi i diritti Costituzionali (così come fatto nella Legge Salva Ilva-Renzi dello scorso marzo) e tuteli anche con scelte coraggiose la salute e la sicurezza dei Lavoratori (resta negativo il giudizio sull’ennesimo intervento governativo contro le decisioni del Tribunale di Taranto in merito allo spegnimento dell’altoforno 2).

Oggi apprendiamo, con piacere, che la Sua prima Giunta regionale si svolgerà a Taranto. Manifestando una vicinanza, per nulla scontata, ai cittadini tarantini ed alle sorti di un territorio martoriato.

Questa scelta, contrariamente alla precedente amministrazione regionale che non ha mai affrontato seriamente la “questione Taranto” assume un valore maggiore verso la soluzione dei problemi di questa area martoriata.

Per questi motivi noi, a viso aperto, Le facciamo da subito una richiesta che non Le sarà difficile accogliere, la costituzione di un “tavolo istituzionale” di confronto, che preveda la partecipazione di tutti gli attori in causa, che parli di tutte le questioni di crisi aperte (occupazionali o ambientali che siano) dall’ILVA alla Teleperformace, dal Porto container alla raffineria Eni, dalla Taranto Isolaverde all’Arsenale…

Certi della Sua attenzione e, tenuto conto dell’importante ruolo istituzionale che ricopre, restiamo in attesa di un sollecito e positivo riscontro.

Cordiali saluti.

 

p. USB Lavoro Privato - RSU ILVA Taranto

Francesco RIZZO

 

p. USB Lavoro Privato - Esecutivo reg.le - Puglia

Pierpaolo CORALLO

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni