PUGLIA: Scioperiamo Venerdi' 10 Dicembre per sostenere e rilanciare il Trasporto Pubblico Locale

Bari -

Lo Sciopero di Venerdì 10 Dicembre 2010

è anche un richiamo

ad una maggiore giustizia sociale e

ad una migliore qualità della vita.

 

Ridurre i servizi e minacciare tagli ai livelli occupazionali sembra costituire l’unica strategia messa in campo per il Trasporto Pubblico Locale da un Governo all’ “ultimo anelito di vita”.

La proposta Tremonti-Lega che, per sopperire ai tagli nel settore, impone al Sud un “prendere o lasciare” tra opere e servizi con un cambio di “destinazione d’uso” dei FAS, è pericoloso e può tradursi in pesantissime e negartive ripercussioni sulla collettività.

Gli investimenti non possono e non devono essere distratti dal loro obiettivo perché avremmo un’Italia sempre più divisa, sempre meno omogenea.

I Cittadini della Puglia non intendono accettare una involuzione della loro condizione determinata da scelte politiche impopolari ed economicamente devastanti.

Nel TPL, come in tutto il sistema trasportistico, occorre un’inversione di rotta. E’ necessaria la rivalutazione di un’attività nevralgica per lo sviluppo economico e il benessere sociale del Paese.

Ancora oggi, a causa della inefficacia del servizio, il trasporto collettivo riesce ad intercettare una porzione minima (22/23 %) della popolazione pendolare, mentre più del 73% dei cittadini interessati prediligono l’automobile privata.

Le ricadute ambientali, la vivibilità cittadina, la salute pubblica, la limitazione dei costi esterni del trasporto, sono i temi sui quali come Unione Sindacale di Base non siamo disposti a transigere e sosterremo tutte le azioni di lotta che saranno promosse.

Insieme ai cittadini pugliesi, anche i Lavoratori del TPL, dichiarano la loro intolleranza verso le sterili strategie degli ultimi governi nazionali, tese esclusivamente all’”impoverimento” del settore.

L’impressione è quella di voler ridurre all’osso l’intero TPL per renderlo indifeso e facile “preda” di un mercato vorace e senza scrupoli.

Il Trasporto Pubblico Locale non deve diventare terra di conquista da parte di “privati” interessati esclusivamente al profitto, pronti a mandare a casa i Lavoratori magari sostituendoli con Precari, ricattabili, senza diritti e a minor costo.

L’USB è pronta a dare battaglia contro le privatizzazioni selvagge in un settore che solo se pubblico e gestito senza “logiche clientelari” di qualsiasi natura può produrre effettivi risultati sociali, ambientali ed economici.

 

ANCHE IN PUGLIA, COME NELLE ALTRE REGIONI,

A SOSTEGNO DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE,

 CONTRO I TAGLI ALL’OCCUPAZIONE ED AI SERVIZI

SCIOPERIAMO COMPATTI  VENERDI’ 10 DICEMBRE 2010

 

Coordinamento Regionale USB Privato – Settore Trasporti

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni