Puglia: NO AL TAGLIO DEL TRASPORTO PUBBLICO! L'USB LANCIA UNA PETIZIONE POPOLARE

La decisione di Trenitalia di “cancellare”, in un sol colpo, dal 12 dicembre, una serie di collegamenti vitali per tutta la Regione riporterà la Puglia in uno stato di isolamento e procurerà un enorme  disagio all’intera comunità.

In particolare, le conseguenze di tale decisione causeranno inevitabilmente un maggiore congestionamento delle strade pugliesi e, cosa più grave, peserà sulle tasche dei Lavorati/Cittadini utenti ad esclusivo vantaggio del “trasporto privato”.

Inoltre, la soppressione di determinati treni lasceranno letteralmente “appiedati” migliaia di Studenti e Lavoratori pendolari.

Singolare e inaccettabile la situazione di tantissimi Lavoratori che quotidianamente dalla provincia di Brindisi utilizzano il Treno delle ore 05:11 per recarsi a Taranto.

L’ Unione Sindacale di Base della Puglia,

unitamente ai Cittadini/Utenti, lancia una “PETIZIONE”

per chiedere con forza che:

-       TRENITALIA ristabilisca i collegamenti ferroviari di cui è annunciata la soppressione;

-       alla Regione Puglia, unitamente alla Provincia di Brindisi (territorio particolarmente colpito) di convocare urgentemente la Direzione di TRENITALIA, unitamente alle parti sociali tutte ed alle Associazioni degli utenti, per garantire i collegamenti necessari a raggiungere i luoghi di lavoro e/o di studio, a cominciare dal suddetto Treno delle ore 05:11 che parte da Brindisi per Taranto;

-       al Ministro dei Trasporti di verificare le scelte di una Azienda tuttora “pubblica”.

 

 

Le firme raccolte vanno inviate a USB – PUGLIA Via C. Pisacane, 91 – 70126 BARI oppure per email a puglia@usb.it che provvederà alla consegna alle Istituzioni ed a Trenitalia Puglia

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni