Puglia: importante incontro in Consiglio Regionale per "salvaguardare" le Società in House dal Governo Monti e dalla svendita

Bari -

Questa mattina si è tenuto l’incontro, presso il Consiglio regionale della Puglia, in merito all’art. 4 della “spending review”.

All’incontro, concordato durante il presidio di lunedì 30 luglio, la Delegazione di Lavoratori delle Sanitaservice delle ASL pugliesi hanno incontrato il Presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna, i Capigruppi consiliari (sia di maggioranza che di opposizione) e per la Giunta regionale la Vice-Presidente Loredana Capone.

L’incontro si è reso necessario dopo l’approvazione, con le relative modifiche, da parte del Senato del Decreto Legge che imponeva nella prima ipotesi di dismettere o chiudere le Società in House.

Il Presidente del Consiglio ed i Capi-Gruppo hanno, da subito, rassicurato i Lavoratori dell’impegno comune a “salvaguardare” l’esperienza positiva della internalizzazione.

Inoltre, come USB, abbiamo consegnato una analisi di quanto contenuto nel D.L. 95/2012 ed abbiamo sollecitato il Consiglio e la Giunta a porre in essere tutte le iniziative a tutela delle Sanitaservice, ed in particolare abbiamo chiesto che:

 

1)   la Giunta regionale verifichi, attraverso la propria Avvocatura, la “Costituzionalità” di tali norme ed in caso di ritenuto contrasto con la suprema Carta chieda il giudizio sulla incostituzionalità della norma;

2)    il Consiglio regionale della Puglia ponga in essere tutte le dovute iniziative di “contrasto” alle sopracitate norme dando mandato alla Giunta regionale di coinvolgere in tali iniziative la Conferenza delle Regioni;

3)    la Giunta, laddove il decreto dovesse essere approvato e promulgato, si adoperi in base al comma 3 ad inviare all’Autorità Garante le dovute analisi che dimostrino l’interesse generale e pubblico che ricoprono i Servizi svolti dalle Sanitaservice;

4)  l’Assessorato alla Salute istituisca una commissione tecnica che verifichi ed analizzi gli effetti della c.d. spending review sui “servizi” delle Sanitaservice delle ASL pugliesi e che consenta il prosieguo del processo di internalizzazione;

5)    l’Assessorato alla Salute e la Presidenza della Giunta, così come auspicato dal Presidente Vendola nell’incontro del 17 luglio u.s., “condividano” tutti i percorsi e le iniziative che si adotteranno consultando/convocando tutte le Organizzazioni Sindacali “realmente” rappresentative dei Lavoratori.

 

L’incontro si è concluso con l’impegno, bipartisan, di rendere operative le proposte avanzate, inoltre la Vice-Presidente della Giunta  si è impegnata ad avviare e coordinare con l’Assessore alla Salute e la Presidenza le iniziative da mettere in campo.

 

Ora la “partita” si gioca tutta in casa

(Regione, Assessorato alla Salute e le ASL)

per questo dobbiamo mantenere alta l’attenzione continuando a “monitorare” i comportamenti e  le scelte di tutte le Sanitaservice.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni