Presidio Lavoratori precari ASL BA - NON CI BASTANO LE PAROLE VOGLIAMO I FATTI!

Bari -

Oggi, 21 maggio 2015, i Lavoratori precari della ASL BA (assieme all’USB P.I.) hanno dato vita ad un presidio permanente presso la sede della ASL di BARI per difendere e tutelare i loro diritti. Da troppo tempo ormai rivendicano il legittimo rispetto della propria professionalità, adesso anche alla luce dell’emanazione del nuovo bando di concorso ad opera della ASL barese (deliberazione n. 675 del 30 aprile 2015).
Questioni già da diversi mesi portate all’attenzione delle varie autorità coinvolte e che oggi ha prodotto un proficuo incontro con il Direttore Generale ASL BA.
Nel corso del presidio, infatti, l’USB insieme ad una delegazione di Lavoratori è stata ricevuta dal DG, dott. Montanaro e dal Responsabile dell’Area Gestione Risorse Umane, dott. Lippolis, proprio per discutere ed affrontare la problematica del pubblicando bando di concorso della ASL BA.
L’USB ed i Lavoratori precari hanno evidenziato, ancora una volta, che il neonato bando non prevede, come invece ha previsto l’ASL di Taranto per l’assunzione di personale O.S.S. con la deliberazione n. 497 del 19/05/2015, la possibilità per i Lavoratori che “vantano”, tra gli altri, il requisito di 36 mesi di precarietà di saltare la fase della preselezione.
Non dovrebbero applicarsi modalità e prassi analoghe ed uniformi presso tutte le ASL della Regione?!
Tale legittima ed ormai storica richiesta dei Lavoratori e dell’USB è, d’altro canto ancor più legittimata da quanto previsto dallo stesso DPCM salva precari …
A tal proposito il DG, sostiene che l’assenza di tale previsione dipenda dal fatto che nel DPCM in questione non sia espressamente prevista tale opzione. Tuttavia ha comunicato di aver sospeso la procedura di pubblicazione del bando sulla gazzetta ufficiale e di voler sollecitare, con un’apposita nota da inviare all’Assessore, un incontro regionale con tutte le oo.ss. (tra cui la scrivente che da sempre si è battuta per la stabilizzazione dei lavoratori precari) al fine di dar vita ad una disposizione, valida per tutte le aziende, che consenta l’introduzione della regola dell’accesso senza preselezione per i Lavoratori in possesso dei requisiti previsti dalla L. 125/2013.
Una volta introdotta tale regola il bando sarà modificato di conseguenza.

La scrivente O.S. da’ atto alla direzione strategica dell’ASL BA degli impegni assunti davanti ai Lavoratori in agitazione.
Al termine, i Lavoratori dopo aver discusso degli esiti della riunione, avuta con i Dirigenti della ASL BA, hanno deciso di procedere, comunque, con il presidio fino all’avvenuta convocazione dell’incontro prospettato che dovrebbe avvenire, presumibilmente, il prossimo 26 maggio.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni