Multiservizi: l'USB scrive al Sindaco di Andria per chiedere discontinuità e condivisione nella nomina del nuovo A.U.

Andria -

LETTERA APERTA

 

Al Sindaco di ANDRIA

Avv. GIORGINO

 

Ai Consiglieri Comunali

 

COMUNE di ANDRIA

 

 

Tra pochi mesi la giunta Comunale di Andria si troverà a nominare il “nuovo” Amministratore della Andriamutiservice. La scelta, qualunque sia, riveste un importate passaggio per l’intera Comunità andriese.

Parliamo di una Società, a totale capitale pubblico (il Socio Unico è il Comune di Andria), che gestisce da oltre 15 anni alcuni importati servizi di pubblica utilità.

Parliamo di una Società “sana” che a Bilanci attivi, tant’è che nel Piano Operativo per la Razionalizzazione delle Partecipate presentato a Marzo 2015 al Governo, non solo si certificano gli Esercizi attivi degli ultimi tre anni ma si và a “certificare” anche la riduzione dei costi a carico dell’Amministrazione Comunale con notevoli ricadute positive su tutto il tessuto economico andriese.

Insomma non parliamo del solito carrozzone politico pieno di debiti, come spesso accade a Società analoghe in molti Comuni sparsi per l’Italia. Non parliamo di una Azienda utilizzata per scaricare le clientele (ad oggi nella Andriamultiservice ci sono 91 Operai e 9 Impiegati amministrativi).

Parliamo di una Società che è riuscita grazie soprattutto all’impegno dei Lavoratori tutti a creare questa solidità e certezza dei servizi svolti.

Oggi però la scelta dell’Amministratore Unico, da parte del Comune, deve essere a nostro parere (l’USB è la maggiore Organizzazione Sindacale presente nella società) una scelta forte che tenga conto delle numerose modifiche in atto nel Paese (es. Testo Unico delle Partecipate).

Una scelta di discontinuità rispetto al presente! Questo perché in questi ultimi anni è mancato, sempre a nostro avviso, una reale volontà di confronto costruttivo. Alle questioni, seppur importati dei Bilanci, non è stato fatto un altrettanto importante lavoro di collante e stimolo con le maestranze, abbandonate all’ordinario.

Oggi alla ANDRIAMULTISERVICE deve essere data la giusta professionalità utile a fortificare il lavoro finora svolto.

Oggi all’Avv. Giorgino, massima carica Istituzionale di Andria, ed a tutto il Consiglio Comunale (maggioranza e opposizione) l’Unione Sindacale di Base chiede di condividereil percorso che porterà all’individuazione del nuovo management della Società pubblica.

Una “condivisione” che chiaramente non può e soprattutto non vuole interferire con le giuste e dovute prerogative Istituzionali ma vuole creare un clima sereno che negli ultimi anni, con l’attuale A.U.,  non c’è stato.

 

Bari, 26 Aprile 2016

 

p. USB Lavoro Privato – Bari

Pierpaolo CORALLO

 

http://m.andrialive.it/mobile/news/Attualita/423003/news.aspx

 

 

http://www.videoandria.com/2016/04/26/arriva-il-nuovo-amministratore-della-andriamutiservice-ma-serve-un-forte-segnale-di-cambiamento/

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni