ILVA TARANTO: lo Sciopero continua dopo l'ennesima morte in fabbrica

Taranto -

Altri morti e feriti all'ILVA di Taranto
USB indice lo sciopero immediato

 

Questa mattina un altro morto e un ferito grave all'ILVA di Taranto.

Altre vittime del profitto a tutti i costi, dell'illegalità e dell'ipocrisia. Sono un operaio dipendente dell'Ilva e un dipendente di una ditta di appalto dell'indotto.

USB ha immediatamente dichiarato lo SCIOPERO

di tutti i Lavoratori per 24 ore e

in questi minuti ha prolungato lo SCIOPERO

fino alle ore 7 di Sabato 2 Marzo 2013

 

 

Si registrano anche inaccettabili e illegali atteggiamenti di un Caporeparto dell'Acciaieria 1 che ha tentato di impedire lo sciopero e che come USB abbiamo già diffidato attraverso i nostri Legali per "comportamento antisindacale".

I Lavoratori sono stanchi di dover subire da una parte le illegalità derivanti da una proprietà ormai non più credibile e dall'altra dalla "guerra" continua che produce morti sul lavoro e morti da lavoro.

I Lavoratori sono stanchi e dicono NO con lo sciopero e USB è al loro fianco in una mobilitazione che è ormai in piedi da mesi.

 

In allegato le proclamazioni dello Sciopero e la Diffida

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni