ILVA TARANTO: il MASSACRO continua

Taranto -

Il MASSACRO CONTINUA

 

L’acciaio vale più della vita umana ……… ?!?!

 

Ennesima vita spezzata a causa di quella logica imprenditoriale e politica per cui il profitto viene prima della salute e della vita stessa dei lavoratori e dei cittadini.

                     

LA STRAGE NON SI FERMA!

 

Milioni di euro pagati a ditte specializzate per corsi sulla sicurezza che nei fatti non producono un bel nulla, se non carta straccia da presentare nelle conferenze stampa e nei convegni. Per “dimostrare” che gli “sforzi” aziendali sulla sicurezza producono effetti positivi.

 

CHIACCHIERE!!!

 

A che serve fare corsi sulla sicurezza, se poi quando reclamiamo ci vessate, ci trasferite, ci isolate, ci riempite di provvedimenti disciplinari? (vedi il MOF)

 

Non avete capito che siete voi ad aver bisogno di fare i corsi?

Corsi di “educazione civica” che vi insegnino

il valore della vita umana!

 

All’Azienda, che oggi si dichiara disponibile a pagare la giornata di sciopero, va rimandato al mittente il misero gesto di chi dovrebbe solo vergognarsi…”I LUTTI NON HANNO PREZZO”!!!..

Anche se per qualcuno sono solo una “MINCHIATA”.

 

        Taranto, 28.02.2013

 

p. Coordinamento USB Lavoro Privato - Taranto

F.Rizzo-L.Semeraro-V.Mercurio-D.Novellino-C.Scaglioso-M.Zanframundo-S.Mombelli

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni