Ex LSU Ditte pulizia Scuole - Sciopero 17 Ottobre

Bari -

COMUNICATO a tutti i LAVORATORI ex LSU

dipendenti ditte e cooperative di pulizia nelle scuole

 

 

Breve storia degli ex Lavoratori Socialmente Utili

                                                          addetti alle pulizie delle Scuole

 

Nel “lontano” 2005 l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti, su spinta dell’Unione Europea, pensò bene di emanare una Direttiva (la n. 92 del Dicembre 2005) al fine di espletare le gare “pubbliche” del servizio di pulizia per le scuole di una serie di Regioni (per citarne alcune Lazio, Campania, Sicilia, Calabria e Puglia), utilizzando il personale ex LSU già al lavoro dal 2001 con 4 Consorzi.

Oggi in quasi tutte le Regioni le gare sono state appaltate ad un raggruppamento di imprese, che ha presentato una proposta unica, composto dai soliti consorzi cooperativi CNS – CICLAT – MILES e MANITAL … della “serie” nulla è cambiato. I vecchi 4 consorzi si “consorziano” fra loro e invece di presentare 4 distinte offerte ne presentano una, vincendo le gare.

I soliti Consorzi, vincitori delle gare, per accaparrarsi il ghiotto servizio hanno scaricato sui Lavoratori i “maggiori carichi di lavoro”, aumentando le aree ed i metri da pulire con più frequenza ogni giorno ma lasciando i Lavoratori ex LSU con un contratto part-time tra le 35 e le 36 ore settimanali.

A dicembre scorso i soliti sindacati confederali, gli stessi che hanno voluto l’esternalizzazione del servizio,  hanno rinnovato il CCNL peggiorandone le condizioni, sia sul piano lavorativo che su quello economico.

OGGI cosa succede ?

Il Governo Berlusconi e la sua maggioranza considerano i Lavoratori come numeri da diminuire per risparmiare, sostengono che “le pulizie nelle scuole sono un onere”, qualcun’altro vorrebbe fare drastici “tagli” al bilancio dei servizi e bloccare qualsiasi ipotesi di internalizzazione.

 

In questo momento non serve uno “sciopericchio” parziale, fuori dalle regole e a difesa degli interessi dei consorzi come quello indetto

da Filcams e Uiltrasporti!

E’ in discussione la Finanziaria e la decisione sulle risorse da stanziare sta al Governo tutto!

 

Oggi serve uno lo SCIOPERO GENERALE e ed una massiccia partecipazione alla MANIFESTAZIONE NAZIONALE a ROMA

 

Contro il Governo e per:

·      Impedire che il taglio delle risorse alle scuole e al servizio pubblico comportino il licenziamento di un solo ex-lsu;

·      reinternalizzare il servizio e riconoscere ai Lavoratori ex-LSU la professionalità acquisita e le mansioni effettivamente svolte in tanti anni come Collaboratori scolastici, prevedendo percorsi di riassorbimento nei ruoli dei personale ata per una vera stabilizzazione e per tagliare gli inutili costi dei profitti per le imprese;

Contro Confindustria, piccola e media Impresa, Lega delle Cooperative e Confcooperative per:

·      non far ricadere sui lavoratori l’aumento dei carichi di lavoro senza nessun corrispettivo;

·      obbligare i Consorzi a prevedere gia’ da oggi alla sostituzione del personale assente;

·      portare il MONTE ORE settimanale, da 35 fino a 40 settimanale, da SUBITO;

 

ALZIAMO LA TESTA,

E' ORA DI LOTTARE!

 

Venerdì 17 ottobre

- Sciopero Generale -

Manifestazione nazionale a Roma

Pullman da tutta la Puglia, contattaci allo 080 5424993

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni