ENTRATE PUGLIA: Progressioni economiche e Passaggi tra le Fascie, una "beffa" per la stragrande maggioranza dei lavoratori

Bari -

PROGRESSIONE ECONOMICA PER “POCHI”

RIAPRIAMO LE PROCEDURE

PER “TUTTI”

Ebbene ci siamo, la tanto attesa graduatoria delle progressioni economiche – tenuta opportunamente nel cassetto per tutta la campagna elettorale RSU – è stata resa pubblica.

Tutti scontenti e delusi. Persino alcuni sindacati firmatari del vecchio accordo sulle progressioni economiche fanno ora in maniera “sconcia” pianti da coccodrillo, magari limitandosi alla sola faccenda del 10% lasciato al “libero arbitrio” delle Direzioni e dimenticandosi che l’infame “accordo”, firmato da CISL, UIL, SALFI e FLP, lascia fuori i 2/3 dei Lavoratori.

Sarebbe troppo facile ricordare: “l’avevamo detto”.

Come USB non solo non abbiamo firmato ma abbiamo insistentemente chiesto la pubblicazione delle graduatorie prima delle elezioni RSU, al fine di svelare l’inganno dei sindacati complici.

Ora bisogna andare oltre. Per questo ci prepariamo a portare al tavolo nazionale del 3 aprile p.v. proposte concrete e possibili, finalizzate a estendere a tutti la progressione economica.

Non ci interessa un restauro di quell’indegno “accordo”, conosciamo le incongruenze, gli errori e le probabili omissioni della procedura adottata – abbiamo già richiesto di conoscere le motivazioni delle scelte delle DR e le opportune delucidazioni sulla procedura.

Riteniamo che occorre porre al centro della riunione del prossimo 3 aprile la necessità e l’urgenza di altre progressioni economiche che coinvolgano il resto dei lavoratori e cioè quelli che malauguratamente stanno tra i 2/3 degli esclusi.

Ciò è possibile. Ci vuole semplicemente la volontà delle “parti”.

In tal senso come USB abbiamo avviato una campagna nazionale di raccolta di firme per chiedere nuovi sviluppi professionali in tutto il comparto Agenzie Fiscali.

Abbiamo avanzato una proposta su cui sappiamo, esistono le condizioni tecniche ed economiche.

Conquistare lo sviluppo professionale entro le aree per tutto il personale è un obiettivo possibile. E’ una questione di scelte. Si tratta di decidere come impiegare le risorse stabili esistenti: finanziare le posizioni organizzative e gli incarichi di responsabilità, o estendere i benefici delle progressioni economiche?

Al di là dei risultati elettorali alle RSU, i veri vincitori saranno misurati in questa battaglia; noi vogliamo che vincano i Lavoratori delle Agenzie Fiscali, ed è al loro fianco che continueremo a lottare.

 

 

 

LA “LOTTERIA” DEI PASSAGGI TRA LE AREE:

UNA VERGOGNOSA “SCENEGGIATA”

 

Stiamo assistendo in questi giorni ad un’altra brutta pagina della storia dei Lavoratori delle Entrate.

Ci riferiamo alla tanto agognata e legittima speranza di accedere alla fascia superiore.

In realtà si tratta di un “VERO E PROPRIO INSULTO E CEFFONE” dritto in faccia ai tanti Colleghi e Colleghe che si stanno sottoponendo alle assurde “prove stellari” alle quali sicuramente neanche la stragrande maggioranza dei Dirigenti saprebbe rispondere.

E’ qualcosa di “allucinante” (come descrivere diversamente) quanto sta accadendo a centinaia di Lavoratori che per decenni hanno svolto compiti e mansioni di tutt’altro livello rispetto al proprio inquadramento, assicurando i servizi agli utenti ed il raggiungimento dei “famosi obiettivi”.

Risultati di cui oggi “godono” la Dirigenza e gli “imbellettati ed incravattati” rappresentanti dell’Agenzia di fronte alle telecamere o alle Audizioni parlamentari, dimenticandosi di riconoscere il merito a coloro che hanno consentito di realizzarli.

Anzi! Proprio per ringraziamento ecco che tirano fuori dalle loro “menti eccelse” procedure e prove di esame per “scienziati”.

A noi, come USB, sorge un atroce dubbio: forse il tutto è stato concepito ad arte per rendere più “facile” la promozione dei “soliti noti”?

Non a caso in questi giorni, nei pressi delle sedi di esame si aggirano come “avvoltoi” pseudo-sindacalisti che si comportano come veri e propri “protettori” e “garanti” di favori e raccomandazioni ad amici, parenti ed affini. D’altronde, già in campagna elettorale per le RSU abbiamo assistito ad una indecorosa processione di falsi “sacerdoti” che incensavano e promettevano a destra e a manca.

Alla fine della fiera, temiamo che come altre volte molti dei vincitori avranno “cognomi” molto diffusi” o “simili” all’interno dei nostri Uffici….. alla faccia della tanto decantata “meritocrazia”.

Come USB vigileremo con estrema attenzione e, laddove dovessero verificarsi situazioni non “lineari e trasparenti”, ci rivolgeremo alla magistratura senza alcun indugio. Chissà che non è arrivato il momento che qualcuno cominci ad aprire un fascicolo “parentopoli” anche per la nostra amministrazione ….

 

Bari, 27 Marzo 2012

 

                                                                                 p. USB PUGLIA

                                                                                 Pino Pellegrini

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni