Bari: prosegue il percorso di INTERNALIZZAZIONE al Policlinico di Bari

Bari -

INTERNALIZZAZIONE

Lavoratori POLICLINICO – Bari

prosegue il percorso di intenalizzazione

                                                    

Ieri, giovedì 30 giugno, presso la Direzione Generale del POLICLINICO si è tenuta una riunione in merito al prosieguo delle procedure di internalizzazione dei Servizi di “pulizia/ausiliariato”.

Alla riunione, oltre alle Organizzazioni Sindacali tra cui l’USB, erano presenti il Direttore Generale DATTOLI e l’Amministratore Unico della “POLICLINICO SERVIZI SANITARI SrL” GIANNOCARO.

Il Direttore Generale in apertura della seduta, da subito, ha dato notizia:

·        della “sospensione” della Gara d’Appalto del servizio di “pulimento”, aggiungendo che nei prossimi giorni tale deliberazione sarà visionabile sul sito del Policlinico;

·        che la Società in house sta predisponendo con il supporto di tecnici un “nuovo” business plan, che tra l’altro comprenderà l’adeguamento salariale del Contratto di lavoro della Sanità privata (ulteriori 50 € mensili);

·        che sono state avviate le comunicazioni formali alle ditte appaltatrici in merito alla definitiva CESSAZIONE dell’appalto entro 15 giorni;

·        entro pochi giorni verranno inviate a tutti i LAVORATORI le lettere in cui sarà comunicato di recarsi presso la Direzione Generale per firmare il contratto di ASSUNZIONE presso la Società “POLICLINICO SERVIZI SANITARI SrL”;

·        entro e non oltre il 31 Luglio tutti i Lavoratori avranno firmato i CONTRATTI di lavoro ultimando così la fase di internalizzazione.

 

 

 

Come USB esprimiamo una valutazione positiva ma, allo stesso tempo, abbiamo  evidenziato che resta alta la tensione da parte dei Lavoratori che da troppo tempo attendono la definitiva internalizzazione.

Cosi come abbiamo ribadito:

 

1)  la necessità, per tutti i Lavoratori, di avere tempi e modalità certi in merito al processo di internalizzazione;

2)  che sia inviato a tutte le Organizzazioni l’elenco completo dei Lavoratori interessati da tale percorso unitamente alla “bozza” di contratto di lavoro;

3)  l’esigenza di aprire da subito un “tavolo” in merito alla internalizzazione di tutti quei Servizi che attualmente non sono previsti in tale percorso, visto che numerosi lavoratori rischiano di essere penalizzati.

4)  che si proceda, al termine di questa prima fase, ad una verifica del percorso per tutti quei Servizi ancora esternalizzati tra cui quello della FARMACIA.

Come USB ribadiamo, ancora una volta, che il processo di internalizzazione potrà dirsi portato a termine solo quando l’ultimo dei Lavoratori “esternalizzati” sarà assunto dalle società’ in house.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni