BARI: Precari Sanità Regione Puglia - Incontro al Dipartimento della Salute

Bari -

Ieri, venerdì 5 maggio 2017, i lavoratori Precari della sanità pugliese venuti dalle diverse province hanno fatto sentire la loro voce sotto il palazzo della Regione Puglia dove ha sede l’Assessorato alla salute.

La manifestazione dei Precari del 5 aprile 2017 sotto il palazzo della Presidenza della Regione Puglia e l’incontro con l’Assessore al Lavoro, Sebastiano Leo, e con il direttore Generale della Presidenza della Regione Puglia, dott. Roberto Venneri, si erano conclusi con la richiesta da parte di USB di approfondire la questione della stabilizzazione e con l’ottenimento di un successivo incontro con i “tecnici” della Sanità.

Pertanto, ieri l’Unione sindacale di Base è stata ricevuta da una delegazione regionale presieduta dal dott. Giancarlo Ruscitti, direttore del Dipartimento Politiche della salute e Benessere sociale della Regione Puglia. Erano presenti anche alcuni lavoratori che USB, unica organizzazione sindacale, ha voluto fossero presenti all’incontro in cui si discuteva del loro destino lavorativo.

Il dott. Ruscitti ha manifestato la volontà regionale di attendere l’approvazione definitiva del decreto attuativo della legge Madia applicandola ai lavoratori precari della sanità secondo un’interpretazione delle norme in linea con il Ministero proprio come USB aveva evidenziato nell’incontro del 5 aprile riferendo quanto emerso dall’incontro avvenuto al Ministero a Roma il giorno dello sciopero del 30 marzo.

Inoltre, il Direttore del dipartimento ha affermato l’impegno politico e tecnico della regione puglia per valorizzare l’impegno dei Precari che, all’interno del sistema salute della diverse ASL, sono diventati indispensabili per i servizi resi al cittadino. Riferendosi, quindi, al concorso in atto il dott. Ruscitti ha evidenziato l’interesse di sostenere i lavoratori precari che ormai hanno acquisito sul campo un bagaglio di conoscenze che sarebbe controproducente, per la qualità dei servizi sanitari, perdere e la volontà di prevedere “forme di accompagnamento” alle prove concorsuali mediante la pubblicazione di banche dati dei quiz che saranno utilizzati al concorso.

Ma USB non si ferma qui!

Infatti, lunedì 8 maggio ci sarà un nuovo incontro a Roma con il dott. Polverari, Capo di Gabinetto del Ministro Madia per discutere dell’aggiornamento sulla fase finale del decreto dopo il passaggio parlamentare che ha portato al parere favorevole del 3 maggio 2017.

Ancora una volta USB si batte al fianco dei lavoratori con iniziative concrete, rivolgendosi agli interlocutori istituzionali al fine di affrontare i problemi lavorativi e a trovare soluzioni e risposte.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni