Unione Sindacale di Base

Logo Unione Sindacale di Base

Puglia

Federazione Regionale

lunedì, 20 ottobre 2014

 

 

ex LSU/ATA: "ultime notizie"

 – mercoledì, 06 aprile 2011

ULTIME NOTIZIE

 

COMUNICATO PER GLI EX LSU DIPENDENTI DELLE DITTE DI PULIZIA e CO.CO.CO.

La USB lavoro privato non si ferma con la lotta: chiede un incontro al Presidente del Consiglio Berlusconi, ai Ministri Tremonti, Sacconi, Gelmini e Fitto, e al Sottosegretario Letta e proclama lo stato di agitazione permanente, viste le ultime notizie sulla vertenze ex-lsu scuole che confermano i notevoli tagli di orari, salari e posti di lavoro.

La situazione non è delle migliori: le Aziende dei 4 consorzi hanno già avviato le procedure di licenziamento collettivo per fine appalto  (alla luce della scadenza di giugno) e le scuole annunciano che già a fine aprile non saranno in condizione di garantire, ancora una volta, i pagamenti e forse neanche le proroghe fino a giugno, ma soprattutto nessuna garanzia e certezza c’è per i lavoratori ai quali ancora una volta si chiederà di pagare un prezzo salato: altro che stabilizzazioni! Anche per i co.co.co. la situazione non è rosea perché dopo aver promesso imminenti stabilizzazioni, permangono i contratti precari e l’incertezza per il futuro.

La continua mobilitazione dei lavoratori, che in questi mesi hanno messo in atto numerose forme di protesta nazionali e locali con la USB, premendo affinchè su questa questione fosse coinvolta la politica a tutti i livelli, visti il forte impatto sociale e le devastanti conseguenze sugli ex-lsu dei tagli, sembra aver fatto breccia visto che si parla della convocazione di un tavolo a Palazzo Chigi che discuterà di come “gestire” gli esuberi, di come utilizzare le risorse dei fondi fas e gli ammortizzatori sociali con la possibilità che sembra diventare concreta di avviare forme di prepensionamento, come da noi sempre richiesto.

MA NON BASTA!

Vogliamo garanzie di stabilità OCCUPAZIONALE e SALARIALE!

I “soliti avvoltoi” (consorzi e sindacati complici) non vedono l’ora di utilizzare gli ammortizzatori sociali solo per tutelare i loro utili, continuare ad aggiudicarsi gli appalti con i massimi profitti e con nessuna concorrenza e attutire la rabbia degli ex-lsu scuola con la solita logica del “meno peggio”. Sperano di mobilitare i lavoratori, come sempre hanno fatto, in azioni di protesta che alla fine sono utili a difendere solo gli appalti e a nascondere l’enorme spreco e l’ingiustizia del regime d’appalto vera causa dei tagli. Tagli che a settembre 2011 pagheranno solo i lavoratori se non si inverte rotta ottenendo la reinternalizzazione del servizio e l’assunzione diretta degli ex-lsu sui posti accantonati negli organici ATA e se non si concretizza il prepensionamento.

DOBBIAMO OTTENERE CHE I PROSSIMI TAVOLI DISCUTANO

DI VERA STABILITÀ DEL LAVORO E DEL REDDITO.

I prossimi mesi saranno decisivi e dobbiamo continuare a vigilare e a mobilitarci con azioni forti di sensibilizzazione e di lotta per difendere il nostro posto di lavoro, senza cedere ai ricatti delle aziende e senza permettere ai sindacati concertativi di utilizzare i lavoratori come testa di ariete per difendere interessi altrui e continuare nella strada disastrosa intrapresa nel 2001 che ci sta portando sempre più in basso!

E’ ARRIVATO IL MOMENTO DI CHIEDERE CONTO DEL DISASTRO DELLE ESTERNALIZZAZIONI

E DI DIRE BASTA CON CONSORZI E SINDACATI CONCERTATIVI E COMPLICI CHE USANO

I LAVORATORI SOLO COME PEDINE DEI LORO GIOCHI DI PALAZZO.

LOTTIAMO CON USB PER DIFENDERE IL NOSTRO FUTURO!

Coordinamento ex LSU – USB Puglia

 
via Carlo Pisacane, 91 - 70125 Bari - tel: 080.5424993 - fax: 080.5424993 - puglia@usb.it

© 2004-2013 Unione Sindacale di Base - viale Castro Pretorio 116 - ROMA - centralino 06.59640004 - fax 06.54070448

Realizzazione by Gruppo Web USB -  Powered by Typo3